Api, fiori e cicogne al tempo del sexting

Gli stimoli digitali che arrivano sugli schermi di bambini e adolescenti costringono i genitori a confrontarsi prima con il tema dell'educazione sessuale. Qualche consiglio per non sentirsi in imbarazzo.

young woman using a smartphone in bedL’educazione sessuale non è più quella di una volta. Colpa (o merito?) delle nuove tecnologie: tutto ciò che è sesso, eros e porno, oggi è facilmente accessibile tanto ai bambini quanto agli adolescenti. Così, mentre i genitori si pongono il problema di come affrontare il tema, è probabile che i figli siano già parecchi passi avanti a loro, se non nelle esperienze quantomeno nell’esposizione a materiali sensibili. Per evitare che sia il porno a educare sentimentalmente i vostri figli, è bene affrontare ‘quel discorso’ il prima possibile. Se non sapete come fare, potete prendere spunto dai consigli che Lucy Mangan ha stilato per il Telegraph.

L’ABC
Gravidanza. Malattie. Se non si prendono le dovute precauzioni, sono cose che possono capitare. La soluzione non è terrorizzare la vostra prole e augurarvi che non facciano sesso prima del matrimonio, ma parlare liberamente di contraccettivi, preservativi e quant’altro possa venirvi in mente.

IL PORNO
Gli adolescenti guardano il porno. E non c’è modo per impedirglielo. Qualora doveste coglierli con le mani nel sacco, inutile colpevolizzarli o minacciare sequestri di massa di dispositivi digitali. Spiegate, piuttosto, che quello che guardano non corrisponde alla realtà, e che il sesso vero è qualcosa di molto, molto differente.

RELAZIONI SANE
Non tutte le persone sono belle persone. Alcune sono tossiche, così come le relazioni di cui si nutrono, suggendo dal partner energie psichiche e vitali, senza dare nulla in cambio. La cosa migliore che potete fare è avvertire i vostri figli quando li vedete coinvolti in una relazione simile, convincerli a metterci una pietra sopra e spiegargli che trovare la persona giusta non è sempre semplice.

SICUREZZA ONLINE
O dell’annosa questione della privacy. I vostri figli, se minorenni, per voi non dovrebbero averla. Cercate di ottenere l’accesso a quanti più account possibile. Non per farvi gli affari loro e scandagliare ogni singola chat, ma piuttosto per capire se sono in contatto con individui poco raccomandabili o al centro di qualche caso di cyberbullismo.

SEXTING
Non c’è snap che tenga. Foto e video intimi che finiscono online sono destinati a rimanere lì per sempre. Ma il sexting è ormai parte integrante dell’esperienza sessuale. Che fare, dunque? Se proprio devono, che abbiano almeno cura di non inquadrare il proprio volto insieme a tutto il rest.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Educazione Argomenti: Data: 13-03-2017 10:11 AM


Lascia un Commento

*