Un referendum per la benedizione di Pasqua

di Rosa D'Alessandro
Il sindaco di Coriano (Rimini) risponde alla sentenza del Tar sulla laicità della scuola pubblica con una consultazione tra i genitori per valutare l'opportunità di simboli e riti nelle classi.

A crucifix hangs on the wall of a classrNon è bastata la sentenza del 9 febbraio 2016 del Tar sulla laicità delle scuole pubbliche italiane: la lotta tra laici e cattolici è subito ripresa. Protagonisti della nuova polemica i cittadini di Coriano, città della provincia di Rimini, dove il sindaco Domenica Spinelli, eletta nel 2012 grazie al sostegno del Pdl alla sua lista civica, ha deciso di non considerare la risoluzione del Tar e di indire un referendum, a suo parere a mero scopo informativo, tra i genitori degli studenti degli istituti pubblici di Coriano. L’obiettivo è capire cosa i papà e le mamme pensano della presenza dei crocefissi nelle classi e sul permesso per le benedizioni Pasquali all’interno degli Istituti Comprensivi.
«Il Tar non è la Corte Costituzionale, la sua sentenza non è vincolante. Né può essere ritenuta espressione di un principio generale. E poi, temi così delicati non possono essere relegati al tribunale amministrativo, ma conta il pensiero di tutti», ha spiegato il sindaco a Il fatto quotidiano facendo riferimento all’accoglimento del ricorso di un gruppo di genitori e professori dell’Istituto 20 di Bologna, del Comitato Bolognese Scuola e Costituzione e sostenuto dall’Uaar, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti.

PER IL TAR LA SCUOLA È LAICA
Nel 2015 la scuola del capoluogo emiliano era finita al centro delle polemiche dopo che aveva permesso l’ingresso a religiosi per la celebrazione della benedizione Pasquale, in orario extrascolastico e con la supervisione di un adulto o di alunni accompagnati da familiari. Per il Tar però  tali pratiche non sono di competenza della scuola pubblica, istituzione che deve occuparsi della formazione e  quindi necessariamente distanziarsi dalle scelte private di studenti e famiglie, sfavorendo così la (probabile) discriminazione.

LA REAZIONE DELL’UAAR
Il referendum voluto dal sindaco di Coriano è stato prontamente condannato dall’Uaar che ha simbolicamente assegnato a Domenica Spinelli un tapiro ad hoc definendo l’iniziativa come: «la clericalata della settimana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Scuola Argomenti: , , , , , , , , Data: 17-02-2016 05:20 PM


Lascia un Commento

*