A scuola anche i bambini non vaccinati

Durante il question time alla Camera sulla copertura vaccinale in Italia il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha ribadito il diritto allo studio dei bambini.

ThinkstockPhotos-4593417111-600x450«A scuola sono ammessi anche i bambini non vaccinati». Ad annunciarlo è il ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante il question time alla Camera sul tema della copertura vaccinale in Italia. «Quella dell’immunizzazione è una questione di sicurezza nazionale e di salute pubblica. Vaccinare vuol dire investire sul benessere, è la misura di prevenzione più efficace e innocua», ha esordito l’esponente di Forza Italia che assicura sulla petizione online lanciata da due mamme di Bologna per impedire ai ragazzini non immunizzati di prendere parte alle lezioni. «I bambini hanno diritto all’istruzione e nessuno può vietare loro di andare in classe».

DIRITTO ALLO STUDIO
La normativa vigente in Italia in materia di vaccinazioni e bambini prevede che il dirigente scolastico avvisi l’Asl di competenza della mancata immunizzazione del bambino, senza pregiudicare il suo diritto allo studio. «La mancata certificazione non comporta il rifiuto dell’istruzione all’alunno non vaccinato», ha precisato il ministro della Salute. L’eventuale divieto di andare a scuola per i ragazzini non immunizzati andrebbe decisa per legge dal Parlamento. Sull‘ipotesi di sanzioni per i medici che sconsigliano i vaccini ai propri pazienti, Beatrice Lorenzin ha chiarito che  «l’ordinamento vigente attribuisce ai soli Ordini professionali il potere di disciplinare sui medici e pertanto spetta ai soli Ordini valutare se e quando una mancata prestazione sanitaria posso tradursi un comportamento deontologicamente non corretto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Figli, Scuola Argomenti: , , , Data: 22-10-2015 02:08 PM


Lascia un Commento

*