Connessi e depressi

Secondo uno studio condotto dall'università di Glasgow, l'utilizzo continuo dei social network a lungo andare rischia di nuocere alla salute psicologica degli adolescenti.

ThinkstockPhotos-475056742A passare troppo tempo con gli occhi puntati sui monitor, piccoli grandi o che siano, si rischia di finirci dentro. Colorati e animatissimi, restituiscono ai loro giovani fruitori un’immagine di sé nera, anzi, nerissima. È il senso che emerge da una ricerca condotta da due studiose dell’università di Glasgow, secondo cui trascorrere troppo tempo sui social newtork rischia di esporre giovani e adolescenti al rischio di cadere in depressione.

SEMPRE ALL’ERTA
Le cause andrebbero ricercate nella possibilità di incorrere spesso in commenti negativi su di sé, pratica piuttosto comune sul web. I 467 adolescenti che si sono sottoposti alle domande delle dottoresse Heather Cleland Woods e Holly Scott, hanno rivelato che durante il periodo di permanenza sui social si sentono letteralmente sotto pressione, sentendosi costretti a replicare a stretto giro a tutta una serie di messaggi, status e commenti, dimostrandosi sempre, continuamente brillanti e disponibili.

DORMIRE MALE, SENTIRSI PEGGIO
Non aiuta neanche la cattiva abitudine di portarsi i device a letto. Non solo si va a dormire più tardi, ma le luci emesse dallo schermo alterano la qualità del sonno. E dormire male ha delle ripercussioni anche sull’umore. La dottoressa Wood è quindi più che convinta riguardo alle conclusioni del suo studio: «Esiste un collegamento tra uso dei social media e benessere, e bisogna tenerne conto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Adolescenza, Figli, SOS ansia Argomenti: , , , , , Data: 15-09-2015 04:56 PM


Lascia un Commento

*