Invenzioni

L'apparecchio low-cost che salva la vita alle neo-mamme

Rileva il rischio di shock e pressione alta. Riducendo del 25% mortalità materna. È già in uso in alcuni Paesi in via di sviluppo.

7-MicrolifeÈ grande come un cellulare ma costa solo 17 euro e può ridurre del 25% il tasso di mortalità materna, salvando circa 70 mila vita l’anno nei Paesi più poveri: si tratta del primo apparecchio al mondo che può rilevare se una donna è a rischio di entrare in shock dopo aver perso sangue durante il parto. Il suo funzionamento è molto semplice: usando lo stesso sistema di luci di un semaforo, avverte gli operatori sanitari quando la pressione sanguigna della donna sta salendo a livelli pericolosi, assicurandosi che possa essere trasportata in ospedale per le cure salvavita. Facile da usare, l’apparecchio, che è già in produzione, è composto da un segnalatore (simile a un cellulare) e una fascia che si applica sul braccio (come i misuratori della pressione) e può essere caricato con un cavo usb di qualsiasi cellulare.
A inventarlo, come segnala il quotidiano inglese The Independent, è stato il medico inglese Andrew Shennan, del King’s College London che ha potuto svilupparlo grazie ad un finanziamento della Fondazione Bill and Melissa Gates.

GIÀ IN USO IN PAKISTAN, MOZAMBICO, INDIA E NIGERIA
Dal febbraio 2015 circa 2.500 esemplari sono stati consegnati alle cliniche di Pakistan, Mozambico, India e Nigeria e altre migliaia sono stati ordinati da associazioni benefiche per progetti all’estero. La morte da parto, ormai rara nei Paesi ricchi dove le donne sono sottoposte a regolari esami del sangue per indentificare e monitorare le situazioni a rischio, è invece ancora diffusa nelle aree in via di sviluppo. Si parla di circa 300 mila casi all’anno. La pressione alta in gravidanza può essere un segnale di allarme per la pre-eclampsia, patologia che può rivelarsi fatale per madre e bambino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gestazione, Gravidanza, Parto, Post parto Argomenti: , , Data: 12-03-2015 04:32 PM


Lascia un Commento

*