Educazione

Stop al cellulare per gli under 10

Perdita di concentrazione, difficoltà di apprendimento, aggressività. Le conseguenze dell'abuso. Servono linee guida.
I pediatri consigliano di non far usare il cellulare ai bimbi che hanno meno di 10 anni.

I pediatri consigliano di non far usare il cellulare ai bimbi che hanno meno di 10 anni.

I pediatri hanno detto stop all’uso dei cellulari per i bambini al di sotto dei 1o anni. E le motivazioni sono più d’una: perdita di concentrazione, difficoltà di apprendimento, aggressività. Secondo i pediatri l’uso dei cellulari tra i bambini «si sta trasformando sempre più in un abuso» e gli effetti nocivi delle onde elettromagnetiche per la salute «sono sempre più evidenti».
ALLARME GIUSTIFICATO
Queste le conclusioni cui è giunta la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS). Un allarme giustificato anche dai numeri, non certo rassicuranti. «L’Italia» afferma Maria Grazia Sapia, pediatra, esperta di ambiente e bambino «si colloca al primo posto in Europa per numero di telefonini posseduti e l’età media dei possessori diminuisce sempre di più». Trattandosi «di piccole ricetrasmittenti che vengono normalmente tenute vicino alla testa durante le comunicazioni, gli effetti nocivi per la salute sono sempre più evidenti, alcuni legati agli effetti termici: l’interazione di un campo elettromagnetico con un sistema biologico provoca aumento, localizzato, della temperatura e  quando le esposizioni sono molto intense e prolungate possono superare il meccanismo di termoregolazione portando a morte le cellule con necrosi dei tessuti». Accanto all’aspetto biologico c’è poi quello psicologico.
SERVONO LINEE GUIDA PER L’USO DEL CELLULARE
«Insieme alle altre dipendenze che affliggono la nostra società e specialmente i giovani, quali droga, alcool e fumo, un posto predominante lo ha conquistato la dipendenza da telefonino, con danni gravissimi sullo sviluppo psichico e sociale», secondo Sapia. Servono quindi, per i pediatri, linee guida che ne vietino «totalmente l’uso prima dei 10 anni» e ne limitino l’uso dopo tale età. «Il pediatra» conclude Sapia «ha l’obbligo di aggiornarsi su questo argomento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Figli Argomenti: , , Data: 14-04-2014 04:32 PM


Lascia un Commento

*