CURIOSITÀ

Sindrome della Couvade, il parto lo fa anche lui

La donna è incinta. E il compagno sente la nausea, prende peso. E ha perfino le doglie.
Sindrome di Couvade, quando gli uomini accusano i sintomi della gravidanza.

Con la sindrome di Couvade gli uomini accusano i sintomi della gravidanza.

Durante la gravidanza, le forme della donna si arrotondano, i tratti si fanno più dolci. Poi compaiono le fastidiose nausee e tutti i sintomi legati alla dolce attesa. L’uomo  – come spesso si è portati a dire – non potrà mai capire come si sente l’universo femmnile in questo particolare periodo della vita. E invece sì. Può capitare che la nascita di un figlio coinvolga anche il partner. E non solo a livello mentale. Può accadere che il corpo decida di farsi carico della sua parte attraverso la sindrome della couvade.
UOMINI CON NAUSEE E DOGLIE
Ma di cosa si tratta? Talvolta, i compagni delle donne incinte accusano alcuni sintomi tipici della gravidanza: nausea, vomito, voglie e aumento di peso. Fino a sperimentare le doglie. Il fenomeno è stato confermato anche da uno studio sullo stress della gravidanza condotto dalla ricercatrice Irene Lichtwark dell’università di Waikato (Nuova Zelanda). «Questa sindrome comprende tutte le manifestazioni psicopatologiche legate alla paternità, che si evidenziano nell’area psicosomatica e del comportamento», ha chiarito l’esperta.
L’UOMO SIMULA LE SOFFERENZE DEL PARTO
In alcune popolazioni, per esempio, mentre la donna partorisce, l’uomo si chiude in una capanna e simula le sofferenze del parto. Pare che l’origine di questo comportamento sia da ricercare nell’isola di Cipro e che da lì si sia diffuso anche in altri luoghi. Altri studiosi sono invece convinti che l’origine di questo rituale sia brasiliana. Tornando ai sintomi del futuro papà, «alcuni uomini attribuiscono i sintomi all’ansia per la partner, altri a simpatia, altri ancora la ritengono una maniera di preparasi alla paternità. Penso sia sbagliato attribuirli semplicemente alla ricerca di attenzione», ha scritto Irene Lichtwark sulla rivista dell’ateneo. La sindrome della couvade è stata riscontrata in uomini fisicamente lontani dalla partner, in partner dello stesso sesso, in madri e in suocere. E i sintomi scompaiono immediatamente dopo il parto.
SINDROME SCOPERTA NEL 1965
A parlare per la prima volta di questo fenomeno fu, nel 1965, lo psichiatra inglese W.H. Trethowan. Il termine ‘couvade’ deriva dal basco couver (covare, covata), anche se altri vorrebbero farlo risalire al vocabolo lionese ‘encovar’, che significa nascondersi, e si rifersice al comportamento del padre in attesa. A livello pratico, l’uomo che sperimenta questa sindrome somatizza in modo eccezionale provando gli effetti pià disparati: perdita dell’appetito, disturbi dermatologici, tremori muscolari, mal di denti, mal di testa, nausea, vomito, mal di reni, coliche addominali, indigestioni, ulcere, orzaioli, tonsilliti,  sangue dal naso. Un lungo elenco: certo questi uomini non saranno di grande aiuto se così sofferenti. Però sapranno di sicuro cosa vogliono dire nove mesi di attesa. Questa sì è parità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gravidanza, Parto Argomenti: , , Data: 09-04-2013 01:03 PM


Lascia un Commento

*